Blog

4 settembre 2018

Sedie direzionali e operative: un confronto

Le sedie per ufficio non sono tutte uguali. A seconda dell’utilizzo e della loro funzione, possono avere peculiarità diverse tra loro. Negli ambienti di lavoro, la differenza principale è quella tra sedute di tipo operativo e sedute direzionali.

Cosa hanno in comune? Naturalmente tutte le tipologie di sedie per ufficio devono garantire comfort e funzionalità: devono essere comode per poter garantire a chi le occupa la giusta postura per mantenere alta la concentrazione, senza disagi o distrazioni.
Lo schienale delle sedie da ufficio accompagna e sostiene la schiena, e dev’essere dunque ergonomico, sia nelle sedie direzionali che in quelle operative.
I braccioli in genere sono presenti in quasi tutte le sedie da ufficio, mentre non sempre si trovano nelle sedute e negli sgabelli da laboratorio.
Le ruote servono a velocizzare gli spostamenti nei luoghi di lavoro, dunque sono molto frequenti sia per quanto riguarda le sedie direzionali che quelle operative.

Vediamo ora le differenze tra le due tipologie di sedute.

Le caratteristiche delle sedie direzionali

Essendo destinate agli uffici di chi assume solitamente alte posizioni all’interno di un’azienda, le sedute direzionali sono generalmente realizzate in materiali più pregiati rispetto a quelle operative e arricchite da minuziose lavorazioni artigianali, poiché si tratta di un complemento d’arredo che andrà ad inserirsi in un ufficio arredato con grande stile ed eleganza.

Le sedie direzionali infatti sono quasi più simili a delle poltrone: ampie e morbide, sia nella seduta che nello schienale, in pelle o ecopelle di qualità, dalle linee moderne e di design.
Solitamente presentano sia i braccioli che le ruote, puntando a coniugare comodità con bellezza estetica.
Si trovano in uffici dove spesso vengono ricevuti clienti, partner e persone importanti e sono completamente regolabili, per garantire il massimo del comfort a chi le utilizzerà. Obiettivo della poltrona presidenziale? Comunicare subito prestigio e autorevolezza.

Le caratteristiche delle sedie operative

Le sedie operative sono quelle che vengono maggiormente utilizzate negli spazi da arredare e sono destinate ad ospitare operatori che rimarranno seduti molte ore nella loro postazioni. Per questo motivo le principali differenze, rispetto alle poltrone direzionali, si trovano: nei rivestimenti, che generalmente sono in tessuto e rete, tutti dotati ottime caratteristiche di traspirabilità e resistenza; nei meccanismi di regolazione, sia per quanto riguarda lo schienale, il sedile e l’altezza, in modo da garantire una postura corretta a chi lavora molte ore seduto nella stessa posizione.

Che siano direzionali o operative, scegli sedie realizzate con materiali di qualità in grado di garantire il perfetto equilibrio tra design, ergonomia e funzionalità, per dare all’arredamento del tuo ufficio le caratteristiche di resistenza e lunga durata che ti consentono di lavorare bene ogni giorno.

SWITCH THE LANGUAGE
Cart